Dall'Horological Journal del Maggio 2001

Lo scappamento duplice diretto dell'Ulysse Nardin "Freak"

I diagrammi mostrano lo scappamento duplice diretto sviluppato da Ludwig Oechslin per Ulysse Nardin. Come lo scappamento coassiale, anch'esso impartisce al bilanciere impulsi tangenziali (quindi senza attrito) in entrambe le direzioni. Le funzioni d'arresto ed impulso sono completamente separate.
Le due ruote d'impulso sono tagliate al plasma da wafers di silicio, materiale molto duro dalla superficie estremamente liscia e leggerissimo, così da minimizzare l'inerzia. Si noti che le ruote hanno quattro denti corti ed il quinto più lungo, per tutta la circonferenza. L'asse del bilanciere ha due leve, che chiameremo d'impulso, sopra ad un dito, che impegna l'incavo di una leva d'arresto. Sull'albero della leva è montato un dente d'arresto.

Vista d'assieme dello scappamento

L'azione dello scappamento è mostrata nei diagrammi:

1. La ruota sulla destra (e successivamente anche sulla sinistra) è fermata dal dente d'arresto che impegna uno dei denti più lunghi. Quando il bilanciere gira in senso orario, il dito del bilanciere si appresta ad impegnare l'incavo della leva d'arresto.

2. Con il bilanciere a metà dell'oscillazione, le ruote d'impulso ruotano contemporaneamente..

3. Il bilanciere riceve l'impulso da uno dei denti più lunghi della ruota d'impulso di destra

4. Quando il bilanciere continua la sua oscillazione il dente d'arresto impegna la ruota sinistra.

5.e 6. Girando in senso anti-orario, il bilanciere sblocca le ruote.

5.e 6. Girando in senso anti-orario, il bilanciere sblocca le ruote

7. La ruota sinistra da l'impulso.

8. Il bilanciere continua la sua oscillazione e la ruota destra è bloccata.

Lo scappamento duplice diretto è utilizzato in uno straordinario orologio che Ulysse Nardin ha deciso di chiamare "Freak". Ha un movimento con durata di carica di 8 giorni, con un grande bariletto che occupa tutto il fondello. La ricarica (manuale) avviene direttamente da dietro la cassa.

Ulysse Nardin "Freak"

Il bariletto compie un giro completo ogni 12 ore, quindi è stato possibile dotarlo di un indice orario (ad ore 10 nella foto sopra).
Una ruota dentata è imperniata sotto al ponte che supporta l'indicatore dell'ora; essa ingrana da una parte con una ruota fissa con dentatura interna, (montata sulla circonferenza esterna di quello che è normalmente il quadrante) e dall'altra con un pignone solidale alla gabbia del movimento.
Quest'ultima gira una volta all'ora e porta l'indicatore dei minuti (ad ore 2 nella foto sopra).
Mentre la gabbia ruota, il treno di ingranaggi che giunge allo scappamento è mosso dalla ruota imperniata sotto all'indicatore dei minuti la quale ingrana su un secondo anello fisso con dentatura interna.
La rotazione dell'intero scappamento fa dell'orologio un "karrusel".
L'immagine sotto mostra in trasparenza l'indice delle ore ed il sistema usato per il movimento della gabbia . Il rubino sede del perno superiore della gabbia è ricavato nel vetro dell'orologio.
L'orologio, in tiratura limitata, sarà disponibile dall'autunno del 2001 (foto della Maison Ulysse Nardin).

Schema costruttivo del "Freak" Ulysse Nardin

Il materiale esposto ha scopo divulgativo. Può essere distribuito a patto che venga fatto chiaro riferimento alle fonti dalle quali proviene: autore originale, Horological Journal, British Horological Institute ed Antica Orologeria Zamberlan.