Rivista on line

I "cadraniers" Stern e Flueckiger : la storia

Testo scritto e curato da Adriano Davidoni -"Longinespassion" (copyright adavidoni@gmail.com)


Quando ho occasione di assistere al lavoro dell'orologiaio chiedo sempre di dare un'occhiata al retro del quadrante. Se posso lo fotografo.La cosa mi affascina non poco….
Le due maison che più spesso appaiono negli orologi vintage di Haute Horologerie sono la Stern Frères SA e la Flueckiger & Cie SA. La prima col simbolo del pentagramma( la stella a 5 punte) la seconda con le iniziali del suo fondatore ZJ (Zelim Jacot , la scoperta del secolo del "terrible").
Ecco la storia in breve delle due Maisons :

Stern Frères SA


Fu fondata nel 1898 da Henri Stern, nativo di La Chaux-de-Fonds ,
Henry Stern

che cominciò la sua attività assieme alla sua sposa Louise Stern
Louise Stern


Producevano quadranti in smalto. Henri era un pittore di lettere e cifre sui quadranti in smalto ( una specializzazione raffinata all'epoca).
La sua volontà fu , sin dall'inizio , quella di fondare un'attività di "cadranier haute de gamme" , in modo che ciò gli permettesse uno sviluppo regolare dell'atelier artigianale di famiglia. L'atelier familiare aveva sede in Rue Céard n°6 a Ginevra. Questo venne trasferito in seguito in Rue du Cendrier. Nel 1906 un nuovo trasferimento in Place des Volontaires.
L'ambiente particolare di Ginevra e dei suoi "cabinotiers" (che formavano l'élite degli artigiani, maestri nelle varie discipline e che appartenevano alle rispettive corporazioni) fu una fucina di idee e ricerca rivolte alla qualità , al gusto ed all'arte nel mondo dell'orologeria ( e non solo).
L'articolo di lusso era la specialità ginevrina.
E' dunque restando sempre legata al prodotto di altissima gamma che la Maison Stern si fece conoscere nel mondo degli orologi.

Il fondatore già nel 1902 formò i suoi figli Charles Senior
Charles Senior Stern


e Raoul all'arte del "cadranier", cogliendone entrambi , velocemente i segreti più profondi. Lo stesso anno infatti Henri morì di polmonite.

Ai due fratelli si unì ,nel 1903, il terzo figlio , Jean,
Jean Stern


(una vecchia sede della Stern:)

Stern vecchia sede


,padre dei due ultimi amministratori (siamo negli anni '70 , gli stessi fratelli che portarono alla chiusura dell'azienda successivamente).
Nel 1908 Jean e Charles Senior ( quest'ultimo , nel 1932 , acquistò la Patek Philippe dividendo i rami delle due famiglie e uscendo dall'attività di quadrantista ) crearono la ditta Stern Freres SA che passò rapidamente dalla produzione dei quadranti in smalto porcellanato a quella dei quadranti metallici , specializzandosi soprattutto nell'uso della madreperla e delle pietre preziose.
Ciò vide crescere il volume d'affari in modo vertiginoso.
Ma qui si innesta una storia singolare e dolorosa.

Charles Stern Junior

Charles Stern


avviò una serie di attività parallele e non chiare , in modo assolutamente dispotico con l'esclusione del fratello Marcel anch'egli gerente,

Marcel Stern


che portarono l'azienda alla bancarotta forzata (dei soci , non dell'azienda che fortunatamente funzionava molto bene) ed al suo enigmatico suicidio …… Una brutta storia davvero

.Nel 1981 , a causa della bancarotta dei proprietari (Marcel e Charles Junior),la società venne dichiarata fallita. La ditta venne ripresa dal fallimento dal Signor André Colard (entrato in azienda nel 1966) che , assieme al gruppo storico di dirigenti, quadri e mastri ( alcuni di essi fecero parte anche dell'azionariato), rinomina l'azienda "Stern Créations SA" e ne continua l'attività.

Colard avviò , all'inizio degli anni '90, una fase d'espansione che fu caratterizzata da una ripresa della varie aziende manifatturiere del settore orologiero Haute de Gamme.
Al culmine della ripresa il gruppo "Stern Creations" era formato da circa 260 collaboratori , impianti in due paesi (Francia e Svizzera) , attività in tre cantoni (Ginevra, Vaud e Neuchatel) e sei imprese che rifornivano di quadranti di altissimo livello tutte le grandi aziende elvetiche di alta orologeria .

Il 27 giugno del 2000 il gruppo Richemont , il gruppo svizzero del lusso , annunciò l'acquisizione della Stern Creations SA da parte della Orior Holding SA.

Stern Créations S.A. a Ginevra, assieme alle sue sussidiarie , Stern Manufacture e Stern Appliques a La Chaux-de-Fonds, nello Jura svizzero , così come la piccola sussidiaria francese , era senza dubbio uno dei leader nella manifattura di quadranti di lusso.

Sin dalla sua creazione la Stern contò tra la sua clientela i marchi dell'orologeria più prestigiosi al mondo.
La sua vasta gamma di prodotti vantava quadranti laccati , in metalli preziosi e quadranti di alta gioielleria arricchiti con pietre preziose.
All'epoca Richemont espresse l'augurio che la Stern potesse continuare ad essere il fornitore dei più prestigiosi marchi ed allo stesso tempo lasciò la massima autonomia gestionale al gruppo dirigente……

Ecco alcuni esempi di quadranti Stern degli anni '40 :



In azienda possiedono un sacco di quadranti campione ben catalogati. Ho avuto il privilegio di vederne parecchi e di fotografarne qualcuno:






La Maison Flueckiger & Cie

Flueckiger
La ditta venne fondata a St-Imier nel 1860 da Zélim Jacot.

Zelim Jacot


Si trattava di un modesto atelier che all'inizio aveva soltanto due operai. Fece tre traslochi , il primo a Besancon (Fr) poi a Boudevilliers ed infine a Sonvilier.
La sistemazione definitiva fu in Rue Agassiz al n°4 , Passage du Réservoir.
Già nel 1872 la Flueckiger divenne fornitore della Longines.
All'epoca costruiva solamente quadranti in smalto porcellanato interamente eseguiti a mano.
Ciò continuò sino al 1895 , anno della comparsa in pianta stabile della tecnica della décalque.
S'annoverano file di pittori di quadranti nella famosa maison , artisti che ancora oggi , nei musei , fanno sgranare gli occhi dei visitatori per la loro arte ineguagliabile.



Tra i vari virtuosi alla corte di Jelim Jacot citiamo Lucien Bourquin , artista nel vero senso del termine e specialista nella pittura di tutte le ore e le lettere.
Anche Henri Dubois fu un altrettanto grande artista tra i collaboratori di Jacot.
Nel 1889 la Maison venne insignita della medaglia d'oro alla fiera cantonale di Thoune e tale riconoscimento consacrerà il valore del lavoro sin lì svolto da patron Zelim.
Nel corso degli anni la reputazione della maison crebbe e si consolidò sempre di più per la grande qualità dei suoi quadranti.
Alla morte di Zelim , nel 1904 , gli successe suo cognato , Fritz Flueckiger , collaboratore del defunto da molti anni e responsabile di una delle operazioni tra le più delicate nell'esecuzione di un quadrante in smalto : la suddivisione delle scale dei secondi (rapportage).

Fritz Fluckiger

Fu un grande tecnico e cercò di dotare l'azienda di tutte le nuove tecniche di lavorazione con utensili molto all'avanguardia ( acquistò una macchina semi-automatica per limare i bordi ed una doppia foratrice che rimpiazzò vantaggiosamente tutta una lunga serie di operazioni manuali).
Il povero Fritz non riuscì a raccogliere i frutti del suo grande lavoro. Egli morì nel 1908. Lasciò le redini dell'azienda a sua moglie M.Me F. Flueckiger che con la capacità tipica delle donne svizzere riuscì non solo a far funzionare molto bene l'azienda ma trasferì alle maestranze ed ai propri figli il culto dell'azienda e del prodotto di qualità.
Fu una donna eccezionale.



M Fluckiger

La rivoluzione dei quadranti in metallo portò molti cambiamenti anche alla Flueckiger.

Le attrezzature erano diverse e necessitavano di spazi maggiori e locali di migliore qualità (con ricambio forzato dell'aria e con molta luce naturale).
Nel 1911 la ditta si trasferì al n°2 della rue des Roses e , definitivamente , nel 1923 , nella rue Pierre-Jolissaint 35.
Nel corso dello stesso anno M.me F.Flueckiger si ritirò dalla vita attiva lasciando in successione ai suoi due figli Fernand e André l'azienda.
La loro perfetta collaborazione rinvigorì ulteriormente l'azienda dando nuovo impulso alla ricerca ed allo sviluppo.
Il figlio Fernand si dedicò alla parte tecnica mentre André a quella commerciale.
Nel 1924 la maison cominciò a produrre i quadranti a conio.
Nel 1932 Fernand Flueckiger scomparve tragicamente a causa di un incidente aereo.

Fernand Fluckiger


Era il periodo nero dell'orologeria svizzera , la crisi del 1929 inciderà profondamente il mondo dell'orologeria sino al 1937.
Furono anni spesi a contenere i costi , a sviluppare nuove tecniche e a formare quadri e dirigenti in grado di controllare e gestire correttamente l'azienda.
Furono anni di sforzi e sacrifici e quando tutto sembrò migliorare piombò la minaccia e lo scoppio della seconda guerra mondiale…..
Tempi durissimi col personale e coi fornitori che , assieme alle banche , misero in crisi l'azienda.
Ma André Flueckiger non si perse d'animo , anzi , crebbe in lui la passione per la vita imprenditoriale attiva tanto che divenne membro del Comité de l'Association des Fabricants de Cadrans Métal. Resse la carica per 22 anni tanto da venir nominato Presidente D'Onore nel 1959.

Andrè Fluckiger


Nel 1940 egli entrò nel comitato di direzione dell'UBAH , fece parte del Comitato centrale e Commissione Finanziaria della Camera Svizzera dell'Orologeria.
Egli ricopre infine la carica di giudice industriale presso il tribunale arbitrale delle convenzioni orologiere.

Nel 1941 entrò in azienda Pierre Flueckiger,

Pierre Fluckiger



rappresentante della terza generazione e chiamato a succedere al padre.Un ingresso importante che portò allo sviluppo armonioso dell'azienda e alla creazione di nuove attività di specializzazione. Creò il dipartimento "Créations" che vide come responsabile la signora Marthe Clerelot,

Marthe Clerelot


autrice della storia della maison. Pierre creò anche il BRM (bureau des recherches et Méthodes che per l'epoca era un'autentica novità).

450 persone erano impiegate allora alla Flueckiger e perciò venne costruita la fabbrica di rue des Roches 2 , il soprannome era "l'usine de l'alouette (la fabbrica dell'allodola).


La fabbrica originaria con tutti gli ampliamenti



Una fabbrica modello dotata delle più sofisticate tecnologie dell'epoca…….erano gli anni 60/70…..

Nel 1974 il nipote di André fece ingresso in azienda , il suo nome era Pierre-André. L'azienda si sviluppò ulteriormente e nell'ottobre del 1968 acquistò la vecchia fabbrica della Bulova a Sonvilier.
Nel novembre 2004 la manifattura Patek Philippe acquistò la Flueckiger et Fils SA il cui azionista di maggioranza era Paul-André Flueckiger ed il direttore Vincent Cour.
Una newco battezzata Cadrans Flueckiger SA venne creata a Saint-Imier nel dicembre 2004. La gestione venne separata e resa autonoma ed indipendente dalla Patek Philippe.
Alla fine del 2005 la società venne trasferita nella nuova sede nel parco tecnologico di St-Imier a la Clé con una superficie di più di 2000 mq..
Il resto é storia di oggi…….

Una raccolta di vecchie immagini cronologicamente suddivise della produzione a marchio ZJ



 

La nuova sede della Fluckiger cadrans .........

Nuova sede Fluckiger

(Un grande ringraziamento ad Adriano D. un amico e un profondo conoscitore di orologeria Vintage, per avermi dato modo di ospitare nel sito una delle sue ricerche approfondite e dettagliate in merito ai quadranti.)

(Foto e testi sono di proprietà dell'autore dell'articolo e non possono essere copiati e utilizzati senza il suo preventivo consenso.)