Rivista on line

La verifica di un quadrante vintage

Testo scritto e curato da Adriano Davidoni -"Longinespassion" (copyright adavidoni@gmail.com)


Questa parte è rivolta ai novizi che alle prime esperienze s'avvicinano ad un orologio d'epoca (vintage) e debbono convincere se stessi , prima dell'acquisto , che si tratta di un quadrante originale (a me tremano le mani sempre.

Allora vediamo se riesco a trasferirvi quel poco che so affinché vi sia utile:

a)dotarsi di una buona lente. La propria lente è uno strumento che non deve mancare e deve seguirvi (almeno 10x o meglio 15x , di ottima qualità)

b)prima dell'appuntamento prendere più informazioni sul pezzo da visionare attraverso forum o attraverso pubblicazioni.

c)la fonte luminosa dove controllare il vs. pezzo deve essere intensa e con luce neutra. Molto meglio la luce naturale.

d)Educatamente , se possibile, fate togliere la ghiera ferma vetro per vedere "nature" il quadrante. Qualora non fosse possibile controllate il grado di lucidatura del plexi e il suo stato di usura e di "rigatura". Con la luce sbagliata ed un plexi rigato si vedono tante cose che magari "sotto" non ci sono.

d)controllate ad occhio nudo l'"omogeneità" di usura dell'intero orologio (naturalmente usare gli occhiali per chi come me ha problemi di presbiopia senile). E' molto importante che all'occhio risulti un insieme omogeneo. Un quadrante perfetto su una cassa consunta o viceversa sono uno dei segnali del famoso "accrocchio".

e)Esaminate con calma e sangue freddo il quadrante. L'emozione gioca brutti scherzi (in fondo state solo spendendo 10.000 euro..).
Esaminate i seguenti punti:
-scritta principale della maison (grazie, spazi, assi, spessori e screpolature controluce)

dettaglio quadrante

altro esempio di indice screpolato visto a luce radente....


part. luce radente

eccovi invece per confronto una vecchia ristampa , come vedete l'imprecisione della vernice unita alla sua uniformità riporta immediatamente agli occhi la ristampa....


vecchia ristampa

-scale esterne (grazie,spazi,assi, spessori e screpolature controluce).
-SWISS MADE , importantissimo perchè , vista la localizzazione sul quadrante , spesso viene prestata poca attenzione nella ristampa (grazie, spazi, assi, spessori e screpolature controluce e curvatura).
Profondità e "spessore" della vernice. Le vecchie vernici sono metallescenti , tridimensionali e luminose alla luce in maniera speciale (questa capacità viene con l'osservazione continua di quadranti , più e più volte).
f)Tracce d'ossidazione , bollicine , scolorimenti , mancanze , macchie e graffi. Valutare se possibile la loro genuinità con attenzione.

Nell'osservazione fatevi dare se possibile un pezzo similare o della stessa maison. A volte aiuta (spesso pone ancora più dubbi ).- Se lo avete voi un pezzo del genere portatevelo al polso.

Dopo questa analisi , se avete dei dubbi, forse è il caso che vi facciate consigliare , ma se siete dei "testoni" , chiedete al negoziante , qualora fosse anche orologiaio ed il pezzo fosse importante , di smontarvi il quadrante e ne controllate il lato "B".

esempio di scale.....

scale su quadranti

altro esempio di scala............

scala e piccoli secondi

Sul dorso del quadrante non aspettatevi grandi cose , se era complicato il lato A, visto molte volte , figuriamoci il lato B , magari lo state vedendo per la prima volta.

Da tenere in considerazione ci sono:
a) Presenza di punzonatura e seriale del produttore.
b)i piedini devono avere la sommità ed il gambo il più puliti possibile. Un piedino bianco o tutto nero potrebbe essere indice di ristampa.
c)la patina è importante , deve avere un colore tipo "sporco" e può localizzarsi diversamente a seconda della costruzione della cassa e del suo uso.
d)se gli indici sono applicati sul retro ci debbono essere le "manomissioni" dovute alla ribattitura dei piedini degli indici e loro asportazione (delle eccedenze e asperità). Con indici applicati e fondo uniforme , siete in presenza di ristampa abbastanza certa IMHO.

Se il venditore si rifiuta di aprire il suo orologio dovete pretendere una garanzia di originalità del quadrante senza ristampa d (a volte si gioca sulla parola originale indicando che l'ébauche apparteneva a quell'orologio .


Infine cari amici fate allenamento osservando attentamente i vs segnatempo , cercate i minimi dettagli , allenate l'occhio e la mente alla ricerca. I dubbi fanno parte della mente intelligente , non c'è topic che possa fugarli.
Grazie a tutti voi
Adriano

Esempio di quadrante ZJ con punzoni e patina originale:

quadrante ZJ

stellina del fabbricante Stern.......

Marchio Stern

esempio di vecchia ristampa , come notate la patina diventa come una macchia scura......

vecchia ristampa

esempio di piedino appartenente ad un quadrante originale non ristampato.....

esempio di piedino di quadrante ristampato...

piedino su ristampato

Eccovi, per un confronto, un quadrante ZJ ristampato , notate l'aspetto lavato e metallico del retro in cui i piedini hanno lo stesso colore della superficie del quadrante........

quadrante ristampato

notate anche il numero 168 inciso che di solito la ditta che ristampa mette per riconoscimento (a proposito le ditte che ristampano i quadranti fanno un'attività lecita, è l'uso improprio che ogni tanto qualcuno fa dei quadranti ristampati che non va bene.

dettaglio numero su ristampato

 

..e qui uno originale in cui la patina ed il piedino pulito nonchè la superficie originale fanno la differenza....

quadrante originale

piedino originale ......

piedino su quadrante originale

Tacche telefoniche e tacca di centratura non lasciano scampo........è una ristampa....

tacche su ristampa

Ancora dettagli di quadranti originali............notare grazie e pulizia di stampa....

.

dettagli originale

dettagli originale

Eccovi una ristampa di qualità , solo che alcuni dettagli ...........
Il retro non lascia intravedere nulla........
anche se rivedendolo si nota la stella di stern assolutamente sproporzionata......

Stella Stern sproporzionata

Il logo è fatto molto bene...

Logo Longines

Ma con la vernice degli indici vista a luce radente non ci siamo......... ricordate che la vernice vecchia di 60-70 anni si screpola e raggrinzisce?

Vernice ristampato

anche se alcune grazie ci sono..............davvero ben fatto.....

ma una volta tolto dalla cassa il dettaglio che taglia la testa al toro..........risulta inconfutabile....

tacca rifermento

Per gli appassionati Patek Philippe da una mia recente "intervista" con un super esperto di quadranti risulta che i cosiddetti "indelebili"avessero il logo e le scale in smalto (da lì il rilievo). Sono stati eseguiti sino alla fine degli anni '50 , primi anni '60...

Ecco due dettagli di quadrante nero gilt radiale originale..

Longines nero gilt

Longines nero gilt

Un termine molto in uso tra gli appassionati di orologi vintage è la parola inglese "gilt". La traduzione letterale è = dorato. Nell'uso comune si definisce gilt un quadrante con le scritte dorate (grafica oro). Si definisce gilt anche un movimento dorato.
Nel definire gilt un quadrante ci si riferisce al colore della grafica. Nel caso di scritte argentate il termine inglese corretto è "silver gilt".
Non esiste quindi nessun nesso fra il trattamento di base dell'ébauche ed il termine gilt.
L'ébauche quindi può essere trattata galvanicamente con l'argento o ,meno frequentemente , con l'oro o col rame. Da mie interviste dirette ad esperti del settore sembrerebbe l'argento il materiale più adoperato nel trattamento galvanico dei quadranti.
Ciò premesso posto alcune foto di un gilt dial Longines in cui si vedono vari dettagli della grafica.

Gilt

un dettaglio di un indice e della secondiera esterna...

Gilt dettaglio

ancora un elemento....

Gilt dettaglio


ecco il lato B...

Gilt retro


altro quadrante gilt ...

Gilt


altro particolare...

GIlt dettaglio


la scritta Longines in silver , spesso la casa di St.Imier abbinava alle scritte oro il logo silver....

Gilt silver


A titolo di chiarimento e di dizione corretta avremo:
Gilt matt = grafica oro fondo opaco
Glossy Gilt = grafica oro fondo lucido (la laccatura è un altro procedimento).
Sui grafica argento si aggiunge "silver"....

Quadranti frappeè:
Quadranti chiamati "frappé" prendono il loro avvio negli anni '40 in modo trasversale (Rolex , Longines , Omega , addirittura Patek ed altri).
Il termine tecnico deriva da "Frappe = Marquage à la presse avec une étampe".
Ciò avviene sulla parte A (la parte a finire) non lasciando quasi segno sul lato B.
La verniciatura avviene sulla intera superficie coprendo così anche gli indici.
Una volta verniciato (sono di solito quadranti piani) lo si passa con una levigatrice per il cosiddetto "diamantage" che con estrema precisione pulisce gli indici dalla vernice esattamente dove si vuole , lasciando così i lati degli indici perfettamente verniciati.
Sicuramente più svelto ed economico per tempi e materiali impiegati rispetto agli indici applicati (che sono peraltro in oro).
La stampa della ébauche viene effettuata a forte pressione attraverso l'uso di uno stampo che imprime sulla stessa gli indici voluti.
La loro forma è logicamente conica ma i segni sono netti e precisi (assolutamente non curvi).
Lo spessore di cui parliamo è di alcuni decimi di millimetro.
Una volta effettuttata la normale lavorazione di preparazione del fondo come nei quadranti ad indici applicati o senza indici ( trattamento galvanico ecc.), si applica quindi la vernice di fondo (su tutta la superficie indici inclusi) , si passa il quadrante sotto la levigatrice per il "diamantage" di precisione che toglie la vernice sulla parte superiore dell'indice, rendendola al tempo stesso lucida) , si vernicia quindi col trasparente a protezione tutto il quadrante (zaponage) e quindi si effettua la "decalque".
Rimangono quindi verniciati i lati degli indici . L'indice è parte integrante dell'ébauche!
Riguardo al lato B del quadrante vi possono comparire delle "mancanze" irregolari in prossimità degli indici ma sono poca cosa.
Non esistono stuccature o ritocchi!Non esiste colla!
Questo è ciò che il sottoscritto ha potuto di persona discutere più volte telefonicamente col direttore tecnico della Stern per poi verificarlo di persona durante la mia visita nell'Agosto ultimo scorso.

"Sertissage", lavorazione di arricchimento di un quadrante con pietre preziose.



(Un grande ringraziamento ad Adriano D. un amico e un profondo conoscitore di orologeria Vintage, per avermi dato modo di ospitare nel sito una delle sue ricerche approfondite e dettagliate in merito ai quadranti.)

(Foto e testi sono di proprietà dell'autore dell'articolo e non possono essere copiati e utilizzati senza il suo preventivo consenso.)