Rivista on line

Alcune riflessioni sui liquidi usati in orologeria

(Lettera pubblicata sull'HJ nel Novembre 2001)

Nel leggere l'edizione di Agosto (2001) del Journal, abbiamo notato che Eric Gent ha dato la ricetta per il suo liquido per la pulizia dell'orologio. È a base di ammoniaca ed immediatamente abbiamo previsto che molti colleghi protestassero. E abbiamo il sospetto che il redattore abbia già ha ricevuto molte loro lettere.

Questo è un problema dibattuto molto a lungo: sembra che tra colleghi si parli molto più spesso di questo piuttosto che di altri argomenti dell'orologeria

Le soluzioni di pulizia sembrano essere un punto cruciale nel nostro lavoro. Ma è realmente così?

Sappiamo tutti dei danni che causa l'ammoniaca all'ottone. Nel nostro laboratorio, i liquidi di pulizia a base di ammoniaca non sono usati nella vasca ad ultrasuoni. Usiamo una vasca ad ultrasuoni per lo scopo, ma questo è principalmente dovuto a motivi pratici. Appare evidente il risparmio di tempo nel lavare le parti nella vasca ad ultrasuoni con sapone ed acqua speciali invece che immergendoli in un contenitore riempito di liquido a base di ammoniaca. Questo deve essere messo da parte dopo la pulitura, provoca cattivi odori, produce schiuma e deve essere risciacquato molto con attenzione. L'unico vantaggio rispetto al metodo ad ultrasuoni è che l'ossido sull'ottone in una certa misura è eliminato, ma questo è lontano da essere abbastanza su un lavoro di restauro, dove le parti devono essere lucidate ed è di nessuna importanza in un lavoro conservativo.
Tuttavia, non siamo contro quei colleghi che usano l'ammoniaca e proveremo a spiegare perchè.

Usiamo i liquidi con ammoniaca per i lavaggi in una lavatrice automatica in cui i movimenti degli orologi da polso, o da tasca, sia montati che smontati, passano attraverso un bagno preliminare (8 minuti), un bagno ultrasonico (8 minuti), tre bagni di risciacquo fatti con benzene (8 minuti ciascuno) e un sistema di asciugatura con aria calda (8 minuti). Questo metodo ha la prova di molti anni di uso ed in nessuna occasione un singolo orologio ha dato problemi dovuti a sporcizia residua.

I movimenti sono messi in un cestello di rotazione e, quando non ben disposti, causano delle vibrazioni rumorose. Per evitarlo, contrappesiamo il contenitore con i vecchi bariletti di sveglie o vecchi movimenti dismessi.
Ecco la lista dei “contrappesi” che abbiamo utilizzato:

1) - due bariletti di sveglie Peter in ottone; usati per 11 anni; ca. 600 lavaggi ciascuno;

2) - un movimento meccanico di un vecchio orologio, placcato nichel; usato per 5 anni; ca. 150 lavate;

3) - un movimento meccanico di un orologio moderno, placcato nichel; usato per 5 anni; ca. 150 lavaggi;

4) - una platina di un movimento da polso al quarzo, placcato nichel; usato per 4 anni; ca. 100 lavate;

5) - un movimento meccanico di un orologio moderno, dorato; 2 anni; ca. 50 lavaggi.

È una quantità impressionante di lavaggi ma è solo da un paio di anni che i due bariletti hanno cominciato a spezzarsi, dopo circa 500 pulizie, con ultrasuoni e risciasqui. Le fenditure sono situate dove il materiale è sollecitato, vicino al gancio ed alla radice dei denti. Una corona del bariletto sta cominciando a staccarsi dalla parete del bariletto.

gancio bariletto con crepe su pareti

Gancio del bariletto con crepe con la corona in fase di distacco.

gancio bariletto con crepe su pareti

Un bariletto (a sin.) presenta delle crepe anche sulla parete.

Le crepe molto piccole alla base dei denti

Le crepe molto piccole sono visibili alla base dei denti. .

I movimenti da polso non mostrano segno di danni sulle piastre; le ruote d'ottone, non laminate, sembrano essere abbastanza porose, come i bariletti delle sveglie, ma non rotte (possibilmente perché il diverso sistema di taglio delle ruote mediante erosione non ha sollecitato l'ottone come le hanno fatto le frese tradizionali con i bariletti delle sveglie, ma questo punto dovrebbe essere studiato più a fondo).

Il movimento del vecchio orologio ha perso parte della nichelatura. Le ruote d'ottone sono diventate porose ma non si sono spezzate

movimento del vecchio orologio

I trattamenti di superficie (nichelatura e doratura) proteggono molto bene l'ottone. La nichelatura è più durevole nei movimenti moderni che in quelli più datati.

Il movimento moderno dell'orologio non mostra affatto problemi. La nichelatura è ancora molto buona. Le ruote sono intatte.

movimento moderno

La platina del movimento al quarzo è la parte meglio conservata. La nichelatura è assolutamente come nuova.

platina del movimento al quarzo

La nichelatura moderna inoltre sembra essere un poco più durevole della doratura elettrolitica moderna, almeno nei nostri campioni.

Questo ovviamente non è un vero esperimento: non abbiamo esaminato un numero molto grande di articoli, solo alcuni dalla nostra propria esperienza, e di conseguenza le conclusioni dovrebbero essere considerate con molta cautela.

Ciò nonostante possiamo affermare che i movimenti moderni placcati o nichelati possano essere lavati con le soluzioni a base di ammoniaca ed essere trattati con le macchine ultrasoniche per un numero di volte molto alto senza alcun rischio.

Questa è una prova che nessun altro orologio al mondo fortunatamente dovrà affrontare. Teoricamente, una frazione di danni indicati dai nostri barilotti è causata ad ogni orologio lavato in liquidi con ammoniaca, ma crediamo che sia così piccola da poter essere trascurata.

Un orologio antico terminerà la sua vita molto prima di arrivare a subire 500 pulizie, 500 trattamenti ultrasonici e e 1.500 risciacqui (ciascuno di loro 8 minuti di lunghezza) come i nostri bariletti hanno fatto prima di spezzarsi. Se supponiamo una revisione effettuata ogni quattro anni, con un bagno di quattro minuti nella soluzione (esattamente ¼ del tempo che i nostri bariletti hanno avuti “soffrire” durante le loro lavate) abbiamo che un orologio mostrerebbe le crepe sulle parti d'ottone dopo gli anni 500*4*4=8,000! Ciò dà il margine di sicurezza ampio per gli errori nei calcoli. Anche se la nostra valutazione, effettuata su un piccolo numero di articoli, fosse abbastanza errata, le cose non cambierebbero molto.

Sembra che il tempo speso sulle crociate contro i liquidi ammoniacati (compresa questa descrizione sommaria della nostra esperienza) dovrebbe realmente essere dedicato a problemi più impellenti. Per l'esempio: quanti orologiai gettano via i loro liquidi per la pulizia e i lubrificanti a intervalli normali di tempo? È una pratica molto buona, eviterebbe molti più problemi che quelli causate dai liquidi ammoniacati.

E questo porta immediatamente ad occuparsi di un altro soggetto che è dibattuto molto spesso dalla comunità' degli orologiai: per pulire meglio i movimenti dagli orologi è preferibile smontarli completamente o soltanto parzialmente? Molta gente risponde che sono puliti meglio se lavati completamente smontati. Ciò è comune crede, ma “Il manuale svizzero del riparatore” (“The Swiss Watch Repairer's Manual”) di H. Jendritzki, un libro di consultazione per i centri di assistenza svizzeri, ad esempio dice che non sia necessario smontare i movimenti completamente se il solo scopo è la loro migliore pulizia.

Di nuovo, questo non è il punto: i movimenti sono puliti in modo soddisfacente sia che essi siano completamente o parzialmente smontati, quando la soluzione di pulizia è nelle condizioni ottimali. Ciò significa non aspettare che movimenti lavati siano ancora pieni di sporcizia prima di cambiarla!

Crediamo che l'argomento ammoniaca nelle soluzioni di pulizia sia così dibattuto perché neppure “la pratica” più difettosa non è così difettosa, e questo lascia spazio a discussioni senza fine.
Molti riparatori e restauratori rispettati hanno usato questo metodo per decadi.
Lasciare pezzi nelle soluzioni a base di ammoniaca per pochi minuti provoca pochissimo se non nessun danno.
Il tempo che stiamo spendendo studiando questo problema sarebbe usato molto meglio nel migliorare le nostre tecniche ed abilità generali, in grado di prolungare più sostanzialmente la vita dell'orologio.

Ma questi argomenti possono non essere così facilmente discutibili e certamente non sono così piacevoli nel discuterne con gli amici.