Longines anni '20 in argento

 

Un Longines degli anni ’20 in argento, in condizioni che apparivano più gravi di quanto in realtà poi fossero realmente. La cassa era ossidata, ovviamente, essendo in argento, e anche il movimento presentava pesanti tracce di ossidazione, oltre ad infiltrazioni di acqua che avevano intaccato qualche vite..

Longines cassa argento
Longines cassa argento
Longines cassa argento

Con un po’ di pazienza però, e con l’aiuto di un buon sbloccante, le viti sono state rimosse senza problemi. Anche la vite del tiretto, pur con la testa rotta, si è levata con relativa facilità.

Longines cassa argento cal. 15.34

Poi, lavaggio, rimozione delicata di ossidi vari, cercando di non compromettere la finitura superficiale delle platine, lucidatura della cassa, riporto materiale sulle lancette e cambio vetro.

Longines cassa argento

Longines cassa argento
Longines cassa argento

Alla fine, un orologio che si può tornare ad indossare, che non ha particolari caratteristiche di rarità o complicazioni, non un cult del collezionismo, ma forse uno di quegli orologi che danno emozioni nella ricerca e nella sua rimessa in funzione, senza i patemi e le preoccupazioni dei “pezzi da novanta”, un oggetto che può dare ancora qualche soddisfazione al polso.