Rolex Daytona, Gerald Genta squelette

Rolex Daytona referenza 6265. Uno fra i modelli più desiderati dagli appassionati di tutto il mondo della celebre Casa svizzera. Il movimento adotta il sistema di ricarica manuale, obbligando quotidianamente all'apertura della corona a vite ma la costruzione generale è eccezionalmente robusta e permette l'impiego dell'orologio in (quasi!) ogni situazione.
Il movimento cronografico Valjoux col passare degli anni ha dimostrato grande affidabilità. Il grado di finitura è ottimo, pur se a volte variabile fra un orologio e l'altro.
Il modello fotografato è fra gli ultimi prodotti prima dell'introduzione del movimento di derivazione Zenith a ricarica automatica. E' dotato di pulsanti a vite, che determinano ottime doti di resistenza nell'uso.
Il numero visibile sul lato della cassa in corrispondenza dell'ansa per l'alloggiamento del bracciale indica il modello esatto dell'orologio, 6265. Il numero all'interno del fondello è differente, 6262, ma questo non deve far pensare ad una contraffazione oppure ad una sostituzione, in quanto era normale nella produzione Rolex indicare sul fondo cassa la gamma di modelli (6262) di cui l'esemplare particolare (6265) fa parte.

Rolex Daytona

Rolex Daytona

Rolex Daytona

Gerald Genta automatico ultrapiatto scheletrato. Il lavoro di scheletratura svolto da Gerald Genta sul movimento è semplicemente superlativo e solo le immagini dettagliate possono dare un'idea della cura e della maestria impiegate per ottenere questo risultato.

Gerald Genta  squelette


Gerald Genta  squelette